Impianti per l'estrazione del succo d'agave - Pentafood

Vai ai contenuti

Menu principale:

Impianti per l'estrazione del succo d'agave

TRATTAMENTO ALIMENTARE

IMPIANTI per L’ ESTRAZIONE del SUCCO d’ AGAVE

Il succo d’agave si estrae dal nettare delle radici dell'agave blu (Agave tequilana weber), una pianta originaria del Messico, da cui si ottiene anche un distillato.
Si tratta di un dolcificante prevalentemente composto da fruttosio, altamente solubile e con bassa tendenza a cristallizzare.
Il prodotto di risulta contiene calcio, magnesio, potassio, e ferro.
Questo prodotto estratto e un dolcificante e risulta un buon sostituto dello zucchero.
Il succo d'agave è un dolcificante del colore del malto però un po' meno solido, ha un contenuto elevato di fruttosio e contiene inulina.
L’ inulina e’ un polisaccaride usato per l’estrazione di fruttosio e per la preparazione di alimenti per diabetici; la percentuale di glucosio è scarsa, quindi non stimola la secrezione di insulina e per questo motivo rimane dopo il fruttosio, l'unico dolcificante naturale possibile per un diabetico perché non contiene saccarosio e presenta una ridottissima quota di glucosio (massimo 7%). Il suo potere dolcificante supera di una volta e mezzo quella dello zucchero tradizionale, ma il suo potere calorico incide meno perché si può usare una minor quantità di prodotto.
Gli impianti per la produzione industriale di questo succo, e’ da noi ben nota e collaudata, le industrie del Food si differenziano eventualmente per alcuni stadi intermedi della trafila di lavorazione che contraddistinguono il risultato finale del prodotto.
Dopo il taglio dell’ agave denominato localmente “la jima”  alla pianta viene asportato il fogliame superiore mantenendo il cuore della pianta.
Le fasi di processo di estrazione zuccherina avviene frantumando e macinando questa parte centrale della pianta, il risultato di questa lavorazione viene dissoluta con acqua e posta in macerazione per sequestrare al meglio le sostanze.
Dopo questa fase di macerazione il succo viene  purificato con un grado ben definito, e successivamente sulla base delle richieste del consumatore il prodotto può essere decolorato e ulteriormente trattato con appositi impianti.
L’ ultima fase impiantistica e’ quella che realizza una concentrazione del prodotto con evaporatori sottovuoto con temperature di lavoro massime sotto i 40° , queste sono necessarie per non alterare le proprietà organolettiche del prodotto.
Gli impianti da noi proposti prevedono il trattamento totale automatizzato, dalla frantumazione e messa in macerazione, all’ iniziale filtrazione della polpa di risulta, al trattamento voluto di decolorazione con sostanze a perdere come il carbone attivo o con l’ utilizzo di impianti automatici a resine adsorbenti per l’ estrazione selettiva di sostanze non gradite.
La trafila di produzione nello stadio finale prevede il sistema di concentrazione sottovuoto completamente automatico che garantisce la non presenza di personale e garantisce l’ estrazione automatica di  prodotto alla concentrazione voluta pronto per la commercializzazione.

Pentacque SRL  Divisione Food Realizza, Progetta, installa impianti di trattamento alimentare in varie soluzioni  e per ogni esigenza

 
Torna ai contenuti | Torna al menu